Friday, August 12, 2011

Miranda July e qualche consiglio utile per le persone facilmente distraibili

Miranda sta per tornare. Finalmente. E' uscito in questi giorni in America The Future, la sua ultima fatica a distanza di sei lunghi anni dall'ormai generazionale Me and You and everyone we Know.

La trama. Non c'ho capito granchè, se non che lei e il suo ragazzo adottano questo gatto abbandonato, che poi comincia a fare lo Stregatto e dispensare consigli. La coppia si frammenta pirandellianamente in mille altri loro. Miranda fa l'insegnante di ballo e tutto questo ricorda con gioia l'indimenticabile Top Ranking delle Blonde Redhead. Di più non so, a parte che non vedo l'ora di vederlo. Quanta classe in una donna sola. Che stracacchio di allure creativa. Come questo video che vedete qui (dopo gli immancabili screenshot). Si tratta di una scena tagliata del film. Un tutorial su come non perdere tempo con tutti i guinzagli tecnologici della vita moderna, diviso in 5 agili passi.

Questa storia della scena tagliata funziona perfettamente come teaser/viral. Confezionato come un gioiellino, vedi che riesce a meritarsi articoli e post da solo. Storytelling ad anello chiuso che dura una manciata di minuti, estetica abbindolante, firma genialoide, che ve lo dico affare. A proposito di viral, si vede che ama confezionarli.  Che ci vede lungolunghissimo. Come questo, che la ritrae (scusate com'è vestita, meraviglia) mentre..che fa? Presumo sia al cinema, mentre proiettano il suo film. Dissemina la rete di questa roba. Del suo candido savoir faire che ti lascia a bocca aperta.


Screenshot, dicevamo:  Qualche consiglio utile per le persone facilmente distraibili  (consiglio cammina con me)






4 comments:

claudiappi said...

Fino a pochi minuti fa non la conoscevo, adesso la amo. Grazie! Ne scriverò sicuramente nel mio prossimo post (ovviamente citandoti :)

larobi said...

miranda july è la spina nel fianco delle radical chic, tutte a adorarla e i morosi che ti dicono:figa quella? mi è piaciuto anche il suo unico libro pubblicato in italiano, ha un modo così fresco, quasi infantile che o lo adori o lo trovi noioso (un pò come wes anderson)...non so se il film verrà mai proiettato in italia,prima o poi me lo cerco
larobi
p.s. quest'estate mi passo in rassegna il tuo blog, che c'è sempre da imparare, poi certi rimandi fiorentini si allacciano alla mia realtà di pendolare venezia-firenze.continua così!

Giada e Chiara said...

Oddio ma è un genio! Io conoscevo solamente il film you and me and everyone we know ma non l'ho ancora visto purtroppo..Cmq intrappolare gli oggetti che ti distraggono è veramente una genialata, e mettere in ostaggio il tuo oggetto preferito poi,hahahah.
Io come lei avrei intrappolato pc, cellulare e pinzetta! :)

Parole Santels said...

@claudia bene, son contenta di esserti utile!! Aspetto con anZia il post!

@larobi il libro di M. mi manca... ne ho sentito parlare (bene), devo procurarmelo. Grazie per l'incitamento (continua così). Spero, finchè mi regge il fisico...non sono pendolare a lunga distanza, ma son provata fisicamente e psicologicamente dal logorìo della vita moderna. Un abbraccio! :-)

@giada io intrappolerei tutto! bacii

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...