Saturday, May 5, 2012

Vintage reminder #11 | intrufolarsi nelle vite degli altri

- Ma davvero i tuoi padroni di casa ti hanno detto che puoi prendere cosa vuoi dal garage?-
- Ti dico di sì!-
- Bene, allora scendiamo ora.-
- Oora? Ma non dovevamo uscire?-
- Su su.. che ci serve? Vino bianco, calici. Ah, le chiavi-

Succede così che ti intrufoli nei passati degli altri, violando i perimetri silenziosi del tempo. Carteggi intimi che pensi non sia proprio il caso di leggere, poi lo fai e l'alluvione a Firenze nel '66 quasi te la senti alle caviglie. Fango e fotografie che ti si attaccano ai pori, mentre rapace continui a scavare tra la polvere e le scatole di latta. Comunicazioni in asincrono, calligrafia tremolante, la zia sta si sta rinchiudendo sempre di più nella religione. Una fotografia del '22, cartoline dalle vacanze alle Dolomiti o a Posillipo, sfoggio borghese composto e dentro le righe. Saluti dalla famiglia Brambilla Alinari, estate '62. Cene di gente con sorrisi a 36 denti. Quando esistevano ancora le mezze stagioni.

I venerdì sera in garage.





7 comments:

Claudiappì said...

Magnifico.

maddalena said...

sei la regina dello still life! In fondo anche tu sei una cazzo di vetrinista

Mary.dp said...

cara, mi hai fatto pensare al mio banco quando faccio i mercatini, mi saresti utile nel disporre tutte quelle vecchie cose...:)
devo imparare ancora molto...

vtheripper said...

anche a me una volta sola è capitata la fortuna di poter rovistare in vecchie cantine di sconosciuti e trovare,tra le tante meraviglie,i libri di economia domestica!

Giada said...

Meraviglia!

;Bittersweet said...

Che spettacolo, Santels! Ti invidio un sacco!

Hazel said...

....i miei pastelli delle elementari :) OMG, che vecchia!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...